Estate 2021: le regole per le spiagge italiane

Sostanzialmente per vivere un’estate sicura varranno le regole del 2021, con qualche novità e consiglio in più: ecco di cosa si tratta

Con la notizia relativa alle prossime aperture delle attività nel mese di maggio, anche l’Italia del turismo ricomincia a sperare per le vacanze estive. Si punta, soprattutto, a creare un piano di sicurezza su quelle che sono da sempre le mete più gettonate dai vacanzieri: le spiagge.

Ecco che allora si stanno mettendo a punto i vari protocolli anti-Covid per far ripartire il settore stagionale che, in realtà, rispetto al 2020 non vedrà sostanziali differenze. Secondo l’intervista rilasciata ad Adnkronos, il presidente del sindacato italiano balneari Fipe-Confcommercio Antonio Capacchioneprevede un’estate sicura e con contagi ridotti al minimo.

La ricetta, infatti, riprenderà a grandi linee il piano d’azione dello scorso anno con qualche perfezionamento, prevedendo dunque un distanziamento tra gli ombrelloni di almeno 4,5 metri e la prenotazione obbligatoria dei lettini, suddivisa per diverse fasce orarie.

Come per il resto dei settori, poi, si cercheranno di favorire i pagamenti elettronici tramite carte contactless oppure attraverso portali e applicazioni dedicate, evitando così di far circolare la carta e la moneta (minimizzando i contatti).

Tra le accortezze, poi, che i proprietari degli stabilimenti balneari dovranno affrontare anche l’assegnazione dello stesso posto, degli stessi lettini e dello stesso ombrellone per chi soggiornerà più giorni nel medesimo luogo. Fermo restando che ogni superficie andrà sempre igienizzata prima e dopo l’utilizzo, anche nel corso della stessa giornata.

Per quanto riguarda, invece, l’accesso agli stabilimenti varranno le regole dello scorso anno. Ovvero, sarà necessario differenziare i percorsi di ingresso e uscita utilizzando un’apposita e chiara segnaletica.

Come anticipato, poi, la distanza minima consigliata tra le file dei lettini sarà pari a cinque metri, quattro metri e mezzo per quanto riguarda, invece, gli ombrelloni la distanza sarà di quattro metri e mezzo. I lettini e le sdraio dovranno, infine, essere distanti due metri tra loro: regola che non vale se si dimostra che gli occupanti sono parenti o coinquilini. Di certo si attiveranno servizi dedicati – come il delivery con consegna per la consumazione all’ombrellone-lettino già promossa con successo dall’Emilia Romagna – per evitare il più possibile gli spostamenti delle persone.

Per quanto riguarda, inoltre, gli spazi comuni, anche per l’estate 2021 si cercherà di evitare il loro utilizzo, a meno che non siano persone appartenenti allo stesso nucleo familiare. Mentre per i giochi e le attività ludiche, bambini e ragazzi dovranno pazientare. Il consiglio per ora è quello di vietare qualsiasi gioco di gruppo (oltre che feste o eventi) perché favoriscono assembramenti che invece, vanno accuratamente evitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: