Riecco il Totocalcio: la storica schedina strizza l’occhio alle scommesse

Sarà sempre l’Agenzia Dogane e Monopoli a gestire il nuovo gioco: caccia al 13 con due tipi di pronostici

E’ tornato. Dato per morto e sepolto, ristretto a gioco per intimi e nostalgici, il Totocalcio è pronto per tornare a nuova vita. Il rilancio funzionerà? Intanto c’è una data: la partenza del nuovo concorso con l’apertura della prossima stagione calcistica, in agosto. Poi la formula, che mischierà la classica corsa al 13 con un gioco che strizza l’occhio al mondo delle scommesse. Inizialmente si pensava che il gioco sarebbe stato organizzato direttamente da Lega e Federcalcio. Ma invece sarà sempre l’Agenzia Dogane e Monopoli a gestire il gioco, già è partita la lettera ai concessionari, del tipo: tenetevi pronti.

MODELLO SCOMMESSE 

Ma come funzionerà? Nelle anticipazioni di Agipronews, si descrive il nuovo format del gioco. Da una parte la caccia al 13 con due tipi di pronostici, uno relativo agli incontri top, che saranno cinque, e l’altro per il cosiddetto pannello “equilibrato” con le altre 8 gare. Ma si potrà vincere anche con 11 partite, e a scalare con 9,7, 5 e 3 incontri, un modello affine alle puntate multiple che vengono giocate nelle sale scommesse. Nascerà quindi un modello “Formula 3” (si gioca su due eventi obbligatori e su uno opzionale) o “Formula 5” (tre e due) o Formula 7 (quattro e tre), 9 (cinque e e quattro) o “Formula 11” (sei e 5) a seconda del numero di partite su cui giocare. Si sta lavorando anche sulle nuove schedine, cartacee e online. Per la corsa al 13 rimarrà la classica modalità dell’1X2. Nel caso non ci sia un vincitore in una categoria, è previsto il jackpot.

GLI ANNI DEL BOOM

Parlare di Totocalcio è come raccontare un pezzo di storia d’Italia dall’intuizione del giornalista Massimo Della Pergola ai giorni del boom, quelli in cui la schedina finanziava tutto lo sport italiano. Poi film, libri, battute e una presenza nel linguaggio popolare tramontata negli ultimi anni, decenni, quando cominciò il tramonto anche grazie alla legalizzazione delle scommesse. Oggi le partite nella schedina sono 14 e comprendono non solo la Serie A, ma anche le partite della Premier League. Ora nasce una nuova vecchia storia. Tutta da scrivere, anzi da giocare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: