Save the Duck lancia la sua prima sneaker in patnership con Acbc

Acbc e Save the Duck uniscono expertise e know how per realizzare “Paw”, la sneaker 100 per cento animal free per un look interamente sostenibile.

Come si legge in una nota, Save The Duck, certificata B Corp nel 2019 e entrata a far parte del network di Un Global Compact dal 2020, ha ritrovato i suoi stessi valori in Acbc, anch’essa B Corp e giovane realtà della moda impegnata nel rispettare elevati standard di sostenibilità.

“La sostenibilità è un progetto condiviso che permea ogni area della nostra attività e coinvolge i partner con cui collaboriamo. Questo progetto con Acbc rispecchia la visione comune di entrambi i brand: garantire il massimo livello qualitativo dei nostri prodotti, utilizzando materiali rispettosi dell’ambiente”, ha sottolineato Nicolas Bargi, ceo di Save The Duck.

Questa partnership ha portato alla realizzazione della sneaker “Paw” (89 euro), realizzata con tomaia in eco pelle con contenuto di riciclo del 50 per cento. Per la suola è stata utilizzata una gomma con il 10 per cento di materiale riciclato. Per il futuro l’azienda italiana sta lavorando con Acbc a una suola con livelli di riciclo prossimi al 100 per cento. 

“La sneaker nata dalla collaborazione con Save The Duck è stata progettata con materiali sostenibili. Il risultato è un prodotto nato da una continua ricerca e sviluppo condotta da entrambe le aziende che dedicano le proprie energie a proteggere la natura”, ha aggiunto Gio Giacobbe, ceo di Acbc.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: