Hamilton e la vittoria record numero 100: “Pensavo di non riuscirci più”

© Getty Images

L’inglese ha atteso per oltre due mesi il successo numero 100 della carriera, in quanto dopo Silverstone non era più riuscito a vincere; c’è riuscito grazie ad uno scroscio di pioggia senza il quale, ha riconosciuto, battere Norris sarebbe stato difficile

E’ difficile ricordare tutti e 100 i successi di una carriera, soprattutto se sei l’unico a riuscire ad andare in tripla cifra dopo aver già messo a segno ogni tipo di record. Eppure Lewis Hamilton è riuscito a portare a casa una vittoria unica per il modo in cui è arrivata, con la rincorsa negli ultimi chilometri ad un Lando Norris senza difesa con gomme slick su pista bagnata.


Lewis ha analizzato gli errori di ieri

Hamilton ha raccontato così una domenica che si ricorderà: E’ servito tantissimo tempo per arrivare a questo numero, 100, e non era più neanche sicuro di riuscirci. Lando ha fatto un lavoro fantastico, aveva un passo incredibile, ha fatto un lavoro grandioso con la McLaren. Per me è stato dolce amaro vincere questa gara, perché ho dovuto battere il mio vecchio team, ed è bello che adesso siano tornati ad avere un motore Mercedes. Il meteo era un’incognita, sono grato alla mia squadra, mi hanno aiutato a raggiungere questa cifra. Qualifiche? Ieri sera non ero contento, ho guardato tantissime volte i replay, gli errori erano nei dettagli, ma sicuramente non avevo fatto del mio meglio. Stamani però mi sono alzato tremendamente determinato, avevo un po’ di dolore al collo ma la mio fisioterapista ha lavorato in modo eccezionale con me nelle ultime due settimane, senza di lei non sarei riuscito ad essere qui”.


Poi Lewis ha riconosciuto che senza pioggia battere Norris sarebbe stato molto molto difficile: “Ho perso tanto terreno in partenza, è stata dura, mi sono tenuto lontano dai guai. Superare Lando sarebbe stata dura, aveva un bel passo, poi però è arrivata la pioggia, siamo stati opportunisti, il team ha fatto un grandissimo lavoro. Max? Risultato da sogno per lui, io non posso farci nulla, ma sono grato per i punti conquistati”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: