Sotto le stelle di Parigi: la commovente favola metropolitana di Claus Drexel. Il trailer video

Il nuovo film di Claus Drexel, che racconta la tenera amicizia tra una senzatetto di Parigi e un bambino nero che non parla la sua lingua, arriva il cinema il 25 novembre.

Il trailer

Dopo aver esplorato la realtà dei senzatetto parigini nel documentario Au bord du monde, Claus Drexel torna per le strade della capitale per raccontare l’amicizia tra una clochard e un bambino nero che non parla la sua lingua. Il film si chiama Sotto le stelle di Parigi, è la storia commovente di Christine, una donna che vive ai margini della società, e il piccolo Suli di appena otto anni, abbandonato dalla madre, e arriva il cinema il 25 novembre.

Sotto le stelle di Parigi la commovente favola metropolitana di Claus Drexel

Nonostante non si capiscano, Christine e Suli diventano una cosa sola, uniti dalla condizione marginale che li accomuna, pronti a completarsi a vicenda e a sopravvivere sotto le stelle di una città che può apparire molto crudele e indifferente alle sofferenze degli altri. È, infatti, proprio la riscoperta dell’umanità ad aver convinto Drexel a girare un film così intimo e profondo: «Dopo Au bord du monde, pensavo a un soggetto di fantasia che testimoniasse questa realtà. Ho un profondo attaccamento per queste persone che troppo spesso vengono rappresentate con un’immagine sciatta. Volevo coltivare la loro bellezza, la loro sensibilità e la loro poesia».

A prestare il volto alla protagonista è Catherine Frot, attrice di grande talento che, tra il suo impegno a teatro e al cinema, ha vinto il suo ultimo César nel 2015 per il film Marguerite di Xavier Giannoli. «Per me era importante parlare di povertà. Dare una dimensione drammatica a questa donna è stata una forma di omaggio. Ho incontrato molte volte alcune persone che avevano testimoniato nel documentario di Claus; ho frequentato i luoghi che li accolgono: la chiesa di Saint-Leu, al 1° arrondissement, il Camres, verso la Gare de l’Est, La Moquette in rue Gay Lussac. Mi ha aiutato a entrare nel mondo in cui vive Christine» ha detto Frot, offrendo una delle interpretazioni più toccanti della sua carriera.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: